Patatine fritte fatte in casa


Patatine fritte fatte in casa

Ingredienti:

-patate
-olio per friggere (di solito si usa quello di semi, assolutamente non olio d’oliva)
-sale fino

Strumentazione:

-friggitrice o pentola
-due canovacci
-carta per fritti
-ramina
-mandolina
-stuzzicadenti (se non si possiede la friggitrice)
-scolapasta

Procedimento

1-Lavare le patate per rimovere residui di terra, sbucciarle e tagliarle con la mandolina. Tagliarle fini, si deve vedere dall’altra parte se si mettono in controluce.
2-Stendere le patate su uno dei canovacci e tamponare con il secondo in modo da togliere (o rimuovere più possibile) l’acqua che si libera.

3-Scaldare l’olio ed appena è caldo immergere le patatine. Se non si possiede una friggitrice usare lo stecchino per vede indicativamente se l’olio e’ caldo.

4-Le patatine devono cuocere non troppo velocemente. Devono stare nell’olio almeno due minuti per perdere la sua umidità e devono raggiungere una colorazione dorata. Se ci si accorge che diventano nere subito la temperatura dell’olio è troppo alta. Viceversa se dopo due minuti non hanno raggiunto nessuna colorazione l’olio ha una temperatura troppo bassa. Se si ha la friggitrice la temperatura è approssimativamente di 180°C.

5-A cottura raggiunta scolare le patatine fritte ed adagiarle su uno scolapasta ricoperto di carta per fritti per rimuovere l’eccesso di olio. In questa fase la patata non si “rammollisce” ma si asciuga e rimane croccante.

5-Salare e gustare le patatine fritte da sole oppure come contorno in un secondo piatto,  per esempio con del pesce fritto.

Potrebbero interessare altre ricette di contorni e verdure

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *